Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.

facebook twitter

IMPROVVISAZIONE
TEATRALE
A MILANO

logo bu

Improvvisazione teatrale

Per Improvvisazione teatrale si intende una vasta gamma di spettacoli teatrali sviluppatisi a partire dal secondo ‘900 in cui sia del tutto o quasi interamente assente un testo scritto su cui gli attori si basino per le loro interpretazioni.
L’improvvisazione teatrale nasce grazie all’operato di alcune figure fondamentali come Viola Spolin, Keith Johnstone, Robert Gravel, Del Close e si riferisce a tutti quegli spettacoli recitati senza copione, in cui i protagonisti sono contemporaneamente attori, registi e autori di ciò che mettono in scena.

Il fascino che l’improvvisazione teatrale esercita sul pubblico origina dalla contemporaneità tra la nascita dell’evento artistico e la fruizione dello stesso, dalla consapevolezza insomma della compartecipazione a un evento creativo.

L’improvvisazione teatrale giunge a Milano nel 1991, con il primo spettacolo della LIIT (Lega Italiana d’Improvvisazione Teatrale) al Caffé Teatro Nobel.

Un anno dopo nasce il primo corso di improvvisazione, in collaborazione con Zelig, lo storico locale di cabaret di Milano e dal 1995 la LIIT tiene regolarmente i suoi corsi presso lo spazio di via Brofferio, nel quartiere Bovisa a Milano.

Dopo quattro anni di corsi con gli insegnanti della LIIT, nel 1999 nasce Teatribù, sotto la spinta tra gli altri di Mari Rinaldi e Andy Ferrari, primi docenti e storici improvvisatori dell’associazione.

Per otto stagioni la sede di via Tibullo a Milano sarà la casa dell’associazione, che nel frattempo si allarga e arriva a contare più di 100 associati tra professionisti, amatori e allievi.
Dal settembre 2007 Teatribù si sposta nella nuova sede di via Agordat (zona via Padova), aprendo un nuovo capitolo nella vita dell’improvvisazione teatrale milanese.